Pancake di Farro con Panna Montata, Fragole e Sciroppo di Acero

Pancake di Farro con Panna Montata, Fragole e Sciroppo di Acero

Evviva i pancake fatti in casa!

Evviva anche le video ricette che mostrano velocemente i passaggi per preparare queste piccole gemme. La giornata è diventata bella. :-)

Lo sviluppo di questa ricetta mi è stato commissionato da Poggio del Farro, per i quali ho creato la preparazione, le foto e il video; potete trovarli anche sul loro sito. I testi e le opinioni di questo articolo sono miei personali.

La cosa migliore dei pancake è che puoi farli in un’ampia varietà di modi: se desideri una versione salata, basta provare questi pancake alle zucchine con pesto di basilico o questa versione con rucola, gorgonzola, pera e noci. Non solo sono ottimi per il brunch, ma sono anche un antipasto divertente da mangiare nella loro dimensione originale oppure è possibile farli mini da servire durante un buffet. Da aggiungere alla lista di pancake c’e una semplice e classica ricetta di pancake alla farina integrale e anche questa speciale torta pancake con fragole e mirtillo. Si l’ho fatta. Ho fatto una torta di pancake! È buonissimmmmaaa. :-) L’ultima aggiunta alla mia mania per i pancake sono questi deliziosi pancake alla farina di farro.

Ho recentemente creato numerose ricette a base di farro (basta cercare “farro” sul mio blog). Una volta scoperti i numerosi vantaggi nutrizionali di questo grano antico italiano (e quanto sia facile sostituire le farine bianche raffinate), ho iniziato ad utilizzarla come mia farina principale in cucina. Il farro ha anche un delizioso gusto che adoro, ti ricorda le noci. È sano, è facile da usare, è delizioso. Mi piace molto il farro bio di Poggio del Farro per questa ricetta. Questa azienda ha una bellissima gamma di prodotti che sono davvero eccezionali.

 Pancake di Farro Parlando di pancake, ho recentemente tenuto un corso di cucina  per bambini a Parma, al Gola Gola Festival, una festa dedicato al cibo. La maggior parte di loro non aveva mai mangiato un pancake. Adoro quanto fossero curiosi e contenti di imparare a cucinare questa ricetta. È stupendo vedere i bambini già a questa tenera età essere così interessati a preparare il cibo fatto in casa. ❤️ Spero sempre che l’interesse per queste cose cresca, sia nei bambini che nei genitori… in fondo far sì che questo avvenga e anche una mia responsabilità che provo a portare avanti ogni giorno con il mio blog. Spero proprio di fare bene e che tutto questo lavoro un giorno possa trasformarsi in un aiuto concreto a tutti per riscoprire i cibi sani e le buone abitudini.

 

Pancake di Farro con Panna Montata, Fragole e Sciroppo di Acero
 
Prep time
Cook time
Total time
 
Questi pancake di farro con panna montata, fragole e sciroppo d'acero sono una bellissima alternativa ai pancake preparati con farine bianche raffinate. Ti piacerà il gusto che ti ricorderà leggermente le noci.
Serves: 8 pancakes
Ingredients
  • 175 ml di latte (di mucca o di soia)
  • 1 cucchiaio di aceto di mele (o aceto bianco o succo di limone)
  • 125 g di farina di farro bio Poggio del Farro
  • 2 cucchiaini di zucchero (zucchero di canna bianco o grezzo)
  • 4 g di lievito per dolci
  • 3 g di bicarbonato
  • 3 g di sale
  • 1 uovo bio
  • 30 g di burro fuso o olio di cocco
  • Olio di burro o olio di cocco, qb per la padella
  • Panna montata fatta in casa
  • Fragole, affettate
  • Sciroppo d'acero puro
Instructions
  1. Mescola l'aceto di mele e il latte in una piccola ciotola e mettila da parte.
  2. In una ciotola media mescola insieme: farina, zucchero, lievito per dolci, bicarbonato e sale.
  3. In una ciotola media mescola insieme: uovo, burro fuso e la miscela di mele / latte.
  4. Versa gli ingredienti bagnati negli ingredienti asciutti e mescola fino a quando non si siano amalgamati.
  5. Cospargi una padella grande con un po’ di burro o olio di cocco e riscalda a fuoco medio.
  6. Aggiungi 60 ml di miscela alla padella e cuoci fino a quando si formano delle bolle in superficie ed il fondo è dorato; circa 2-3 minuti. Capovolgi e cuoci fino a doratura sul fondo, circa altri 1-2 minuti. Ripeti i passaggi #5 e #6 per la rimanente miscela. (A seconda della dimensioni della padella è possibile anche cucinare più di un pancake alla volta.)
  7. Servi con panna montata, fragole e sciroppo d'acero puro.

 

Crepes di Rape Rosse con Ricotta, Arance Rosse e Pistacchi

Crepes di Rape Rosse con Ricotta, Arance Rosse e Pistacchi

Crepes di rapa rossa al farro! Come si può immaginare, queste bellissime crepes sono naturalmente colorate con la purea di rapa rossa. Sono il piatto perfetto per il brunch della festa della mamma. 

Da quando ho imparato quanto sia facile colorare naturalmente il mio cibo, sto sperimentando sempre di più nella mia cucina. Amo l’aspetto estetico del cibo colorato – Frizzante! Divertente! – Amo anche che posso aggiungere verdure nutrienti ad ogni pasto. Inoltre, è più facile di quanto pensiate.

Lo sviluppo di questa ricetta mi è stato commissionato da Poggio del Farro, per i quali ho creato la preparazione, le foto e il video; potete trovarli anche sul loro sito. I testi e le opinioni di questo articolo sono miei personali.

Ricordo la prima volta che ho provato a fare una crepe; ero in scuola superiore. I miei piedi su uno sgabello e le mie mani arrivavano negli angoli lontani della scaffalatura in legno (dove a volte il mio fratello maggiore ha nascosto i migliori spuntini), mi sono imbattuta in una vecchia scatola degli anni ’60 con una crepes raffigurata sul davanti, probabilmente un regalo di matrimonio. Ero incuriosita. L’ho tirata fuori, l’ho spolverata e l’ho aperta per trovare un piccolo libro di ricette appoggiato sopra una teglia per crepes nera. Quella sera ho fatto i cannelloni di crepe per la mia famiglia. Ricordo che erano assolutamente terribili… ero delusa. Mio padre, d’altra parte, continuava a mangiarne. “È solo un pasto, Cindy, non ti preoccupare” lo ricordo dicendo. Ahh, la semplice saggezza di mio papà. Lui aveva ragione. Avevo solo 16 anni. Nella mia vita avrei avuto migliaia di pasti da preparare e altrettante opportunità per farlo sempre meglio.

Crepes di Rape RosseLa seconda volta che ho fatto un crepe è stato l’anno scorso, quasi 20 anni dopo (wow… questo mi fa sentire vecchia…). Stavo sviluppando una ricetta per Smeg {affiliate link}. Poiché i loro piccoli elettrodomestici hanno colori adorabili, ho voluto creare qualcosa di elegante e colorato allo stesso modo. Le mie crepe agli spinaci fatte con il frullatore erano buonissime e le ho portate a casa di amici dove abbiamo creato un bel aperitivo all’aperto.

Crepes di Rape RosseDato che gli con gli spinaci erano venute così bene, volevo assolutamente provarle con un altro ingrediente che adoro usare in cucina: le rape rosse. Ho usato anche farina di farro da Poggio del Farro per queste crepe. Sono diventata abbastanza ossessionata con prodotti di Poggio del Farro. Il farro ha un contenuto di glutine inferiore e quantità più elevate di proteine ​​e fibre rispetto ai comuni grani moderni. Io uso i chicchi di farro per fare zuppe e insalate e le farine per fare crepes, pancake, biscotti al cioccolato e pasta fatta in casa e molte altre ricette. Il farro sta sostituendo quasi tutte le altre farine nella mia cucina.

Crepes di Rape RosseLa crepe di rape rosse da sola non ha un sapore sostenuto di rape rosse, per cui è possibile aggiungere come guarnizione con una miriade di ripieni, sia dolci che salati. Il mio condimento preferito per questa crepe è la rucola fresca, la ricotta cremosa, le arance rosse, i pistacchi croccanti il tutto con una spruzzata di olio extra vergine di oliva, aceto balsamico invecchiato (affiliate link) e miele dolce. Pura delizia.

Crepes di Rape RosseBuona Festa della Mamma a tutte le mamme, e soprattutto alla mia, una donna che ammiro molto.

Crepes di Rape Rosse con Ricotta, Arance Rosse e Pistacchi
 
Prep time
Total time
 
Queste bellissime crepe alla rapa rossa sono un brunch perfetto per sorprendere tua mamma in questo giorno speciale: la Festa della Mamma!
Serves: 6-8 crepes
Ingredients
  • Per le crêpes:
  • 130g di Farina di Farro Bio Poggio del Farro
  • 300 ml di latte
  • 2 uova biologiche grandi
  • 150 g di purea di rapa rossa
  • 15g di burro fuso
  • ¼ cucchiaino da cafe di sale
  • Per la guarnizione:
  • 1 busta di rucola biologica
  • 500g ricotta
  • 2 arance rosse biologiche
  • Una manciata di pistacchi, tritati
  • Olio extravergine d'oliva
  • Aceto Balsamico
  • Miele
Instructions
  1. In un frullatore, aggiungi tutti gli ingredienti per le crêpes e frulla per circa 1 minuto fino a che il composto diventa omogeneo. Raffredda in frigorifero per ½ ora.
  2. Aggiungi una piccola noce di burro in una padella così da ricoprirla in modo omogeneo. Versa ½ tazza di composto nella padella ed agita rapidamente in modo che la miscela si distribuisca in modo uniforme. Cuoci per 2-3 minuti il primo lato, poi capovolgi la crêpe con l’aiuto di una paletta piatta e cuoci per altri 1-2 minuti. Ripeti l'operazione per il resto delle crepes. Mantieni le crêpes calde mettendole in forno a bassa temperatura.
  3. Riempi ogni crêpe con ricotta, rucola, pezzi di arancia rossa, scorza e pistacchi. Condisci con olio extravergine di oliva, aceto balsamico invecchiato e miele.
Notes
La miscela delle crepe deve riposare in frigorifero per almeno mezz'ora prima di fare le crepe.

 

Brie Cotto al Forno

Brie Cotto al Forno

Come mi manca il giorno del Ringraziamento!

Vivere all’estero in Italia è emozionante ed esilarante. Per esempio, ho incontrato Mr. Italicano qui. Mi sono fatta degli amici straordinari qui. Ho iniziato la mia attività vivendo qui. Amo le sfide e l’avventura che ogni nuovo giorno porta con sé mentre vivo nel bel paese. Sono sempre grata, eppure… mi manca il giorno del Ringraziamento!

Mi mancano gli odori dalla cucina che si mescolano con i profumi delle candele accese. Mi mancano i suoni caotici che riempiono la casa: il tintinnio e i rumori che vengono dalla cucina, i bambini e le loro risate in sala giochi e le urla provenienti dal soggiorno subito dopo un touchdown (football americano).

Easy Baked Brie Recipe

Uno dei miei cibi preferiti del Giorno del Ringraziamento di tutti i tempi è CONTINUATE A LEGGERE

{Video Ricetta} Erbazzone

{Video Ricetta} Erbazzone

Erbazzone

Come sapete già qui in Italia ogni regione, anzi, spesso ogni paese, ha i suoi piatti :: dishes tradizionali. L’erbazzone è uno di questi; proviene da Reggio Emilia nell’Emilia-Romagna. Questo breve video è un modo per mostrarvi che cos’è e come viene preparato a casa. Enjoy!

 

 

 

 

 

 

 

 

Ricordo ancora la prima volta ho mangiato l’erbazzone. È successo più di sei anni fa ormai, ed era il mio secondo mattino un cui mi son svegliata qui in Italia…la mia nuova casa :: home. Avevo camminato al centro per un cappuccino e una brioche ma il tipo di brioche che mi piaceva di più (quello integrale con miele) non c’era e quindi ho indicato il quadretto nella vetrina…non avevo la più pallida idea di cosa fosse. La persona dietro il banco ha detto un nome strano, “erbazzone”, e ho annuito. Usavo gesti perché mi sentivo sempre in imbarazzo quando dovevo parlare la lingua italiana.

Erbazzone

ErbazzoneÈ stato amore al primo morso. Le verdure circondante dalla sfoglia erano deliziose. Anche se avevo vissuto a Roma per tre mesi durante l’università e avevo viaggiato un bel po’ in Italia, la gastronomia italiana mi stupiva sempre. È così vasta :: vast. Ci sono talmente tante varietà e diversità…è una scoperta continua di sapori nuovi.

ErbazzoneHo divorato quel pezzo di erbazzone e ho chiesto per un altro. Stavo mangiando le mie verdure, no? Sembrava un cibo vegetariano ma ho scoperto che spesso viene fatto con lardo e pancetta. Mio papà andrebbe matto per questo….ma per chi vuole l’erbazzone senza strutto, un’opzione decisamente più sana, potete semplicemente sostituirlo con dell’olio extra vergine di oliva; sarà ugualmente ricco di sapore :: flavor. Problema risolto.

Erbazzone
 
Prep time
Cook time
Total time
 
Se volete provare una colazione o un antipasto autentico dall' Emilia-Romagna, preparate questa ricetta per l’erbazzone!
Recipe type: Italiano
Serves: 8-10
Ingredients
  • Per la sfoglia:
  • 400g farina 00
  • 10g sale
  • 35g olio extra vergine di oliva
  • 210g acqua tepida
  • Per il ripieno:
  • 800g bietole
  • 500g spinaci
  • 1 mazzo (100g) di cipollotti con le gambe, tritati
  • 1 cucchiaio di olio extra vergine di oliva
  • 1 spicchio d’aglio, tritato
  • 100g Parmigiano Reggiano, grattugiato
  • 1 manciata di prezzemolo, triato
  • Sale e pepe nero
Instructions
  1. In una ciotola grande, mettete farina e sale. Mescolate. Aggiungete l’olio extra vergine di oliva, acqua e impastate. Aggiungete più acqua, un cucchiaio alla volta, se c’è bisogno, fino ad ottenere un impasto omogeneo. Formatelo in una palla, quando lo premete con un dito, dovrebbe lasciare un impronta; se è appiccicoso aggiungete un pochino più farina. Avvolgete la sfoglia nella pellicola e mettetela in frigorifero per mezz’ora.
  2. Nel frattempo, portate in ebollizione una pentola grande di acqua e aggiungete del sale. Lessate le bietole e gli spinaci per alcuni minuti, scolateli bene.
  3. In una padella grande, aggiungete l’olio extra vergine di oliva e cuocete l’aglio per un minuto a fuoco medio. Aggiungete i cipollotti e cuoceteli fino a quando non siano morbidi. Aggiungete le bietole e gli spinaci e cuocerli fino a quando non siano asciutti. Toglieteli dal fuoco e metteteli in una ciotola grande.
  4. Scaldate il forno a 200°C (statico). Oliate una teglia rettangolare o cerchio di almeno 52 cm con olio extra vergine di oliva. Dividete la sfoglia in due e stendetela nella teglia con l’aiuto del matterello.
  5. Quando le verdure sono raffreddate, aggiungete parmigiano reggiano, prezzemolo sale e pepe; mescolate bene. Mettete il ripieno sulla sfoglia e livellate la superficie tendendo un piccolo bordo. Mettete l’altra sfoglia sopra e richiudete l’erbazzone, pizzicandolo con le dita. Bucherellate tutta la superficie con una forchetta, facendo attenzione di bucherellate fino al ripieno altrimenti la sfoglia si gonfierà quando cuoce.
  6. Cuocete per 30 minuti; lasciate raffreddare un po’ poi tagliatelo in quadretti. Mangiate tiepido o freddo; per colazione, pranzo o come una merenda o un aperitivo.
  7. Adattato da Tempo di Cottura

 

{Video Ricetta} Pancake con Rucola, Gorgonzola, Pere e Noci 

{Video Ricetta} Pancake con Rucola, Gorgonzola, Pere e Noci 

Preparare i pancake è facilissimo! Ecco un video di 2 minuti per mostrarti come si fanno dei perfetti pancake integrali.

 

 

 

 

 

 

Quando penso ai pancake, la prima cosa che viene in mente è la noce di burro che sta sciogliendo sopra una pila di pancake calda con lo sciroppo d’acero naturale. Oppure, penso alle fragole :: strawberries del giardino e i mirtilli di montagna che vengono gettati sopra un cucino di panna montata fresca. Comunque sia, associo sempre i pancake ai sapori dolci.

Pancakes-with-Arugula-Gorgonzola-Pears-and-Walnuts-2Eppure i pancake sono molto versatili. Uno dei migliori modi per goderli è con i sapori salati, oppure un misto fra sapori dolci e salati… come in questa ricetta.  Ho accoppiato la rucola :: arugula, che è amara, con la dolcezza della pera. Ho messo delle noci per dare al piatto un bel contrasto fra morbido e croccante e ho cosparso il tutto con una cremina al gorgonzola e crème fraîche per simulare lo sciroppo d’acero. Vi ho fatto venire l’acquolina in bocca? Spero di si…

Pancake con Rucola, Gorgonzola, Pere e Noci Ho usato questa ricetta dei i pancake integrali che è già sul sito perché, dopo aver sperimentato tante diverse ricette, questa è quella che a me funziona sempre bene. La cosa importante da ricordare è che tutte le farine assorbano il liquido in modo diverso. (Ecco perché quando fai la sfoglia, le ricette mettono sempre “qb” per la quantità d’acqua.) Alcune delle mie amiche hanno confessato che quando hanno provato delle ricette che hanno trovato sull’internet non riuscivano a far venir bene. Probabilmente il motivo sia stato il liquido. La chiave per successo è che la miscela :: mixture sia scorrevole sul cucchiaio. Quindi anche le mie misure sotto sono soggettive. Questo trucco è vero per i pancake sottili integrali, quelli che vi consiglio io, perché se li fai troppo alti rischi che risultino duri.

Pancake con Rucola, Gorgonzola, Pere e Noci Per la cremina di gorgonzola e crème fraîche  potete usare un misto, come ho fatto io (perché avevo tutte e due nel frigo), altrimenti potete usare solo una della due e raddoppiare la quantità.

Spero che vi piaccia questa ricetta. Buon weekend!

Pancake con Rucola, Gorgonzola, Pere e Noci
 
Volete fare un brunch americano questo weekend? Ecco una ricetta per i Pancake con Rucola, Gorgonzola, Pere e Noci!
Ingredients
  • Per i pancake integrali:
  • 235ml di latte (latte intero, scremato o di soia)
  • 15ml di aceto di mela (o aceto bianco o succo di limone)
  • 125g farina integrale
  • 8g di zucchero
  • 4g di lievito per dolci
  • 3g di bicarbonato
  • 3g di sale
  • 1 uovo
  • 30g di burro, sciolto
  • Burro da sciogliere in padella per ogni pancake, qb
  • Per il topping:
  • 100g gorgonzola
  • 100g crème fraîche
  • 1 pera, sbuciato e senza il picciolo
  • 2 manciate di rucola, lavata e asciugata
  • 4 noci, tagliate a pezze
  • Olio extra vergine di oliva, qb
  • Aceto balsamico, qb
Instructions
  1. Per i pancake integrali:
  2. In una ciotola media, unite il latte e l’aceto di mela e lasciate riposare per 5 minuti. Dopo di che aggiungete, uovo e burro sciolto. Mescolate bene.
  3. Nel frattempo in una ciotola media, combinate: farina, zucchero, lievito, bicarbonato e sale. Mescolate bene.
  4. Unite i composti delle due ciotole e mescolate solo fino a quando il liquido e il composto di farina si uniscono. Non preoccupatevi se ci sono alcuni grumi, dovrebbero essere proprio così. Per i pancake sottili, il composto dovrebbe essere sufficientemente liquido da poter scorrere sul cucchiaio, se è troppo denso aggiungete un po’ di latte o acqua.
  5. Scaldate una padella a fuoco medio, aggiungete una piccola noce di burro facendola ruotare sulla padella stessa. Versate 60ml di composto al centro della padella per ogni pancake, se avete una padella molto grande potete mettere 2 o 3 pancake alla volta. Il pancake è pronto per essere girato quando si sono formate delle bolle in superficie e la parte sotto sia dorata. A questo punto girate delicatamente il pancake con una spatola e continuate a cuocere per altri 1-2 minuti, senza mai appiattirlo. Il pancake è pronto quando alzandolo verificate che il fondo è dorato. Aggiungete un’ altra piccola noce di burro e ripetete la procedura finché non avrete cotto 9 pancake.
  6. Per il topping:
  7. Con un frullatore ad immersione, frullate insieme la gorgonzola e crème fraîche.
  8. In una ciotola piccola, condite la rucola con un po’ di olio extra vergine di oliva.
  9. Mettete uno o più pancake su un piatto e mettete sopra: rucola condita, composta di gorgonzola, pere e noci. Cospargete con aceto balsamico. Enjoy your brunch!
Notes
Se avete solo gorgonzola potete solo usare quello.

 

{Video Recipe} Torta Rustica con Bietole, Feta e Gorgonzola

{Video Recipe} Torta Rustica con Bietole, Feta e Gorgonzola

Eccovi un video!

Le ricette da forno non sono le mie preferite, in quanto sono richieste misure precise e seguire le istruzioni. Il mio primo pasticcio in cucina l’ho fatto a 8 o 9 anni quando ho preparato i brownie usando la polvere in scatola. Dovevo mescolare insieme solo tre ingredienti: uova, olio e la polvere. Ho dimenticato l’olio. Il risultato è stato un disastro; mio fratello maggiore mi prende in giro tuttora. Imbarazzante? Assolutamente sì.

Rustic-Swiss-Chard-Feta-and-Gorgonzola-Tart-6Rustic-Swiss-Chard-Feta-and-Gorgonzola-Tart-2Ho 22 anni in più e anche oggi le ricette al forno non sono la mia passione. Prova ne è che non ho molta inventiva.  Durante quest’anno di blogging, ho fatto tanti pasticci (foto imminente) quando ho provato ad inventare nuove ricette per i dolci. Fare le ricette al forno é chimica. Non risultano bene se metti poco o troppo di un ingrediente.

Rustic-Swiss-Chard-Feta-and-Gorgonzola-Tart-1\Rustic-Swiss-Chard-Feta-and-Gorgonzola-Tart-5Mi piace sperimentare e creare: un pizzico di questo, un goccio di quello. A meno che non stia scrivendo una ricetta per il blog, non prendo nota delle misure. Cucinare diventa un processo sensoriale al 100%. Ho cercato di ricreare questa stessa sensazione con le ricette fatte al forno, provando a fare una sfoglia di farina integrale senza riuscire nel mio intento: risultato immangiabile! Veramente…faceva schifo. Il ripieno era buonissimo ma siccome ho usato 100% di farina integrale e ho ridotto la quantità di burro per renderla più sana, il risultato è stato: una roccia insipida e dura. (Se qualcuno conosce un buon libro o un sito per imparare la parte chimica delle ricette al forno, lasci un commento sotto!)

Rustic-Swiss-Chard-Feta-and-Gorgonzola-Tart-3Volevo fare questa torta rustica con bietole, feta e gorgonzola per una cena fra amici. Quindi per risolvere il mio dilemma ed avere una sfoglia buona, sono andata sul sito Food52, uno dei miei blog di cucina preferiti, per un consiglio sulla sfoglia integrale. La ricetta che ho trovato usa sia la farina integrale sia quella 00 oltre ad una bella porzione di burro. Magari la prossima volta provo a sostituire il burro con l’olio extra vergine di oliva. Per questa ricetta per non rischiare troppo ho adattato pochissimo l’originale, il risultato è stato soddisfacente: sfoglia deliziosa e friabile.

Rustic-Swiss-Chard-Feta-and-Gorgonzola-Tart-4Le cose che mi piacciono di più delle torte rustiche sono le loro imperfezioni che le rendono belle. La sfoglia è troppo alta da una parte, il ripieno che esce da un’altra,  le screpolature e le varie macchie dorate della cottura sono quei piccoli difetti che creano questo capolavoro rustico e semplice; come la vita stessa.  Niente è perfetto; impariamo ad amare le imperfezioni.

Rustic-Swiss-Chard-Feta-and-Gorgonzola-Tart-7Se volete fare una crostata di frutta usando questa sfoglia, basta aggiungere 2-3 cucchiai di zucchero mentre la preparate oppure cospargete la crosta con un po’ di zucchero alla fine dopo aver spennellato con l’uovo. E voi? Avete mai fatto un pasticcio in cucina quando avete provato a fare una ricetta da forno?

Torta Rustica con Bietole, Feta e Gorgonzola
 
Prep time
Cook time
Total time
 
Questa torta rustica con bietole, feta e gorgonzola è deliziosa e facilissima da preparare.
Serves: 4-6
Ingredients
  • Per la sfoglia:
  • Adattato leggermente da Food52
  • 75g di farina integrale
  • 95g di farina 00
  • 3g di sale
  • 113g di burro
  • 2-4 cucchiai di acqua ghiacciata
  • Per il ripieno:
  • 730g di bietole, le gambe separate dalle foglie
  • 200g di Feta
  • 10 noci, sgusciate e tagliate a pezzi
  • 1 cucchiaio di aceto balsamico
  • 1 cucchiaio di olio extra vergine di oliva
  • Sale e pepe nero, qb
  • 100g gorgonzola
  • 1 uovo, sbattuto
Instructions
  1. Per la sfoglia:
  2. Tagliate il burro a pezzi, mettetelo su un piatto e ponetelo in freezer per 5-10 minuti.
  3. In una ciotola media, mescolate farine e sale. Mettete il burro freddo e copritelo con la
  4. farina. Sbriciolate il burro con le dita fino a comporre piccole palline con la dimensione dei piselli.
  5. Aggiungete l’acqua ghiacciata, un cucchiaio per volta e mescolate fino a quando l’impasto non abbia assunto la forma di una palla. Premetela fino ad ottenere un disco e coprite con la pellicola. Mettete in frigorifero per almeno un’ora o anche per tutta la notte.
  6. Per il ripieno:
  7. Portate ad ebollizione una grande pentola d’acqua e aggiungete le gambe delle bietole. Cucinatele per circa 5 minuti. Aggiungete le foglie e cucinatele per altri 3 minuti o fino a quando non siano morbide. Scolatele e mettetele in una ciotola grande. Lasciatele raffreddare poi tritatele.
  8. Aggiungete la feta, noci, aceto balsamico, olio extra vergine di oliva e sale e pepe. Mescolate fino a quando il tutto non sia amalgamato.
  9. Comporre la torta rustica:
  10. Scaldate il forno a 200°C.
  11. Infarinate il matterello e stendete la sfoglia a forma di cerchio sopra un pezzo di carta da
  12. forno. I bordi forse saranno irregolari; questo va bene, le imperfezioni sono belle. Ora prendete la carta da forno su la quale avete steso la sfoglia e mettetela in una teglia, aggiungete il ripieno nel centro della sfoglia, lasciando un bordo di circa 2½ cm. Piegate i bordi verso il centro.
  13. Cospargete con il gorgonzola.
  14. Spennellate la crosta con l’uovo e infornate per 40-45 minuti o fino a quando la crosta non sia dorata.
  15. Togliete dal forno e lasciate raffreddare per 5 minuti prima di tagliarla a pezzi. Enjoy your meal!